Ricetta per crumble di prugne e zenzero

Ecco un magnifico dolce da offrire agli ospiti per finire il pranzo in bellezza oppure da preparare a cena, quando si vuole alleggerire lo stress del quotidiano e lasciarsi andare ad un momento di puro godimento.

Portare in tavola un crumble vuol dire renderla più creativa e sfiziosa. E’ un dolce da preparare in modo facile e rapido e permette di assaporare quell’efficace mix che si realizza tra la croccante granella che costruisce il crumble stesso e la morbidezza della frutta cotta da utilizzare come ingrediente principale, a cominciare dalle classiche mele.

E’ il piatto più indicato da fare come dessert se, oltre alla golosità, si vuole essere attenti anche alla genuinità e, infatti, la ricetta da copiare proposta oggi permette di gustare un abbinamento speciale e buonissimo tra la dolcezza delle prugne e la sfiziosa intensità dello zenzero.

Le prugne

Di questo frutto si sottolinea in modo immediato sempre e solo il vantaggio che offre dal punto di vista del lavoro del nostro intestino, ma le prugne, oltre ad essere davvero squisite, sono in grado di proporre tantissimi altri benefici per il nostro organismo.

Da consumare sia fresche che secche, grazie al loro ricchissimo contenuto di potassio permettono di gestire al meglio la tonicità del corpo aiutando a contrastare, ad esempio, l’insorgere di crampi muscolari, mentre la quantità di Vitamina A che assicurano permette di gestire al meglio la famosa lotta contro i radicali liberi conferendo, quindi, a questo frutto un’efficace azione antiossidante.

Lo zenzero

Il suo sapore peculiare dona al palato note di piccantezza agrumate. Originario dell’Asia, sin dall’antichità è stato sempre utilizzato anche per i suoi confermati benefici dal punto di vista medicinale, oltre che come squisito ingrediente per rendere ricette di ogni tipo ancora più gustose.

Una delle più note proprietà dello zenzero è quella antiemetica, dunque è ottimo per combattere e eliminare la nausea. E’, inoltre, un apprezzato digestivo, ha un effetto tonico e aiuta anche nei casi di raffreddore, mal di testa, influenza.

In cucina si utilizza sia fresco che essiccato. E’ un prodotto molto versatile e, come tale, può entrare in tante preparazioni: da quelle dolci (da ricordare quanto sia squisito insieme con la ricotta) alle ricette di secondi piatti a base di carne e di pesce, fino ai classici primi a base di riso.

La ricetta da copiare

La ricetta da copiare di oggi ha un’origine geografica che ci porta in Gran Bretagna. E’ qui, infatti, che il crumble ha avuto origine durante il periodo della seconda guerra mondiale e avendo come ingrediente di base le mele.

Dessert che ormai fa parte della tradizione non solo inglese, è stato creato casualmente, mettendo, cioè, insieme degli ingredienti tra i pochi che erano disponibili nel periodo bellico, in particolare la frutta matura che così poteva essere utilizzata al meglio realizzando un dolce che oggi è sempre più apprezzato su ogni tavola.

Ingredienti per 4 persone

45 gr di farina
30 gr di burro
70 gr di prugne
50 gr di uvetta
80 gr di granella di mandorle
50 gr di zucchero semolato
70 gr di zucchero di canna
cannella in polvere
noce moscata
zenzero fresco
arancia

Preparazione della ricetta

Far ammorbidire il burro. Spremere l’arancia e ricavarne il succo. Lavare le prugne e dividerle a metà, eliminare il nocciolo e sistemarle dentro una casseruola.

Sbucciare lo zenzero (per la quantità da utilizzare regolarsi a piacere) e grattugiarlo.

Nella casseruola con le prugne aggiungere lo zenzero, tutta l’uvetta, lo zucchero semolato e mezzo bicchiere di succo di arancia. Accendere il fornello con fiamma piuttosto vivace e lasciare in cottura per 5 minuti.

Quando le prugne saranno cotte, toglierle dalla casseruola, metterle in un contenitore e continuare a far cuocere il liquido fino a quando non si sarà ottenuto un sugo piuttosto ristretto, quindi spegnere il fornello e distribuire il sugo ottenuto sulle prugne. Mescolare.

Dopo avere imburrato una pirofila da forno, distribuire sul fondo la frutta e lasciarla freddare.

Mettere la farina in una ciotola, aggiungere lo zucchero di canna, un poco di cannella in polvere (regolarsi secondo il gusto), poca noce moscata grattugiata e la granella di mandorle.

Nella ciotola aggiungere anche il burro dopo averlo tagliato a piccoli pezzi e cominciare a lavorare tutto fino ad ottenere un composto finale che dovrà risultare “granelloso”.

Distribuire, quindi, il composto ottenuto sulla frutta ormai freddata e far cuocere il crumble nel forno, a 180 gradi, per 45 minuti.

Variazioni sul tema

Per variare questa ricetta il primo consiglio è quello di utilizzare il succo di limone al posto di quello d’arancia: in questo modo si conferirà un sapore di sottofondo ancora più fresco.

Per chi, invece, volesse definirlo in maniera più golosa, il consiglio è quello di arricchirlo con un poco di gelato al gusto di crema oppure di vaniglia. Bon Appétit.

Registrati per inserire ricette, prodotti tipici ed eventi enogastronomici, il servizio è gratuito!