Ricetta pasta con rucola e seppioline

Pasta con rucola e seppioline: la ricetta di oggi scopre due sapori differenti che si fondono in modo perfetto e creano un ottimo equilibrio per il nostro primo piatto.

seppie e rucolaUno dei sapori più freschi è sicuramente quello del pesce utilizzato come condimento per la preparazione dei primi. Ci permette di portare in tavola delle pietanze particolarmente apprezzate durante il periodo estivo, ma che possono essere anche un’ottima e salutare alternativa ai menu tradizionali invernali.

Quando abbiamo voglia di ritrovare il sapore del mare e magari fuori fa freddo e piove, possiamo decidere di fare un menu a base di pesce, ad iniziare dal primo. Il risultato che otterremo saranno dei piatti dal gusto raffinato e leggero.

La ricetta da copiare prende spunto da questa idea e propone due semplici ingredienti per un primo piatto altrettanto semplice, ma molto gustoso. Tra la delicata morbidezza del pesce e quell’accento sfizioso tipico, con un sottofondo piccante, della rucola, possiamo fare in poco tempo una pietanza buonissima e che potrà colorare di gusto la nostra tavola.

La ricetta da copiare propone oggi una preparazione a base di seppioline e di rucola che andranno a condire degli spaghetti. La scelta del formato di pasta che possiamo utilizzare è, però, molto libera. Sono adatte sicuramente le linguine, che accentuano il carattere di leggerezza della ricetta. E se, invece, vogliamo un formato più “sostanzioso”, ma sempre delicato, possiamo utilizzare le mezze penne rigate.

Un’idea in più…

Le trofie – la tipica pasta ligure dalla forma allungata e “arrotolata” – sono, però, la soluzione consigliata, se vogliamo portare in tavola un piccolo capolavoro di gusto. La loro specificità si fonde perfettamente con i due ingredienti e ci rende facilissimo offrire una pietanza peculiare anche dal punto di vista della scenografia del piatto, che gioca con l’immagine delle forme differenti della pasta e degli ingredienti. Si possono acquistare già pronte, ma possiamo anche prepararle in casa: il procedimento è semplice e tutto quello di cui abbiamo bisogno è farina bianca, un poco di quella integrale, sale e acqua.

Seppie e seppioline

Le seppie sono uno degli ingredienti più versatili che possiamo utilizzare nelle nostre ricette a base di pesce. Chi non conosce la loro ricetta con i piselli? Un piatto davvero nutriente e molto leggero. E ancora più sfiziosa è la loro preparazione cotte alla griglia che permette di valorizzarne tutto il sapore.

Sono sicuramente ottime proposte nella loro classica interpretazione con un ripieno che si prepara rapidamente utilizzando i tentacoli tritati, del pangrattato, prezzemolo e del pepe. E se vogliamo aggiungere sapore, possiamo scegliere di seguire un’altra ricetta che vuole la partecipazione dell’uovo e del pane raffermo ammollato al posto del semplice pangrattato, senza dimenticare l’aromaticità – indispensabile – dell’aglio, quella delle acciughe e del pecorino.

Dal sapore delicato e molto tenere, anche le seppioline si gustano cucinate in tanti modi diversi. Sono ottime, ad esempio, in umido e con un contorno di patate oppure possiamo prepararle impanate e cuocerle in forno per mantenere intatta la loro delicatezza. E un’altra delle sue interpretazioni più gustose è quella insieme con lo zafferano.

La rucola

Ha molte denominazioni che la raccontano nelle varie versioni dialettali e regionali, tra cui una delle più note è sicuramente rughetta. E’ una pianta che entra di diritto nelle nostre cucine, perché si propone con il suo sapore aromatico in grado di valorizzare tantissime preparazioni, a partire dalla più semplice insalata mista che così acquista carattere e vigore e fino a trovare il suo giusto equilibrio anche con la morbidezza dei latticini.

rucola

Oltre alle sue indubbie qualità dal punto di vista culinario, la rucola  fornisce tantissimi elementi importanti per il nostro organismo. E’ ricca di Vitamina C e aiuta la digestione e il buon funzionamento epatico. Si dice, inoltre, che abbia anche un effetto afrodisiaco.

La ricetta da copiare: pasta con rucola e seppioline

La ricetta da copiare è piuttosto semplice e si prepara in circa mezz’ora. E’, come sempre, un piatto “basico” e che, però, propone un effetto finale molto curato. Possiamo portare in tavola la nostra pasta condita e sistemata in un piatto di colore bianco, in modo da valorizzare gli altri colori, ma se vogliamo rendere un particolare più originale, possiamo sceglierlo in una forma quadrata.

Ingredienti per 4 persone

  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cipolla
  • 500 grammi di seppioline
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • sale
  • pepe
  • 2 mazzi di rucola

Preparazione della ricetta

Pulire e tagliare a pezzi le seppioline.

In una padella versare l’olio evo, aggiungere lo spicchio d’aglio precedentemente schiacciato, la cipolla tritata e lasciarli rosolare, senza farli bruciare.

Togliere l’aglio e nell’olio così aromatizzato aggiungere le seppioline, dopo qualche minuto di cottura versare anche il mezzo bicchiere di vino bianco, sale e pepe q.b. Lasciare che questo condimento continui la cottura per circa 5-6 minuti.

Cuocere gli spaghetti al dente, scolarli nella padella che contiene le seppioline e amalgamare bene, in modo che la pasta si fonda perfettamente con il condimento. Disporli, poi, nei piatti e aggiungere la profumatissima rucola.

Variazioni sul tema

La ricetta da copiare propone un piatto “in bianco”, leggero e nutriente. E per questo motivo le variazioni sul tema possono essere davvero molte. La prima potrebbe essere quella dell’aggiunta di alcuni pomodorini: in questo modo non solo si propone un sapore più intenso, ma anche una nota di colore che rende questo primo ancora più allegro e sfizioso.

Se desideriamo fare un condimento più ricercato, possiamo utilizzare la rucola per creare un pesto. In pochi minuti otterremo una cremosità golosa da unire alle nostre seppioline. Possiamo acquistarla già pronta, ma il sapore di quella fatta in casa è davvero unico e non abbiamo bisogno di altro che di un mixer per frullare la rucola, un poco di parmigiano, qualche cucchiaio d’olio evo e dei pinoli. Bastano pochi attimi per sminuzzare tutto e otterremo il nostro pesto.

Le melanzane sono un’altra idea in più che può rendere questo piatto più saporito e ci riportano ai sapori del mare e della Sicilia. Per la nostra ricetta dobbiamo tagliarle a piccoli pezzi, friggerle e, quindi, aggiungerle alle seppioline.

E, infine, perché non giocare con i colori? Per realizzare una pietanza che vuole essere particolarmente elegante, dal tono ricercato, basta sostituire gli spaghetti con le tagliatelle nere, all’inchiostro di seppia: porteremo in tavola un trionfo cromatico e un piatto piuttosto chic. Bon Appétit.

Registrati per inserire ricette, prodotti tipici ed eventi enogastronomici, il servizio è gratuito!